LaSaliera

Salt crystals, old doors and windows of Tratalias charcoaled, projected video of Mussolini addressing Carbonia.
2016
Sardinia, Italy

18 December 1938. Mussolini gives the official order to build Carbonia. A city for the miners.

A large box has been constructed from the doors and windows of the old town of Tratalias, a small town in the province of Carbonia. Every day these doors and windows were opened, and closed by the families of Tratalias, until the construction of the dam of Rio Palmas in 1954 eventually led to water infiltration and severe structural damage to the homes and buildings, forcing the residents to abandon the small town and rebuild several hundred meters away. These windows and doors have now been repurposed as a support for salt collected from the island of Sardinia. The charcoaled surface is suggestive of the process of cremation and alludes to the thousands of coal miners that spent a vast majority of their lives underground.

In certain cultures, salt is added to the cremated remains of the dead before burial. This ritual is believed to help the ashes dissolve with ease, allowing loved ones to peacefully return to the earth.


Cristalli di sale, vecchie porte e finestre di Tratalias carbonizzate,
video proiettato di Mussolini stabilire Carbonia

18 dicembre 1938. Mussolini dà l’ordine ufficiale di costruire Carbonia. Una città per i minatori.

Con le porte e le finestre del centro storico di Tratalias, un piccolo paese in provincia di Carbonia, è stata costruita una grande scatola. Ogni giorno queste porte e finestre sono state aperte e chiuse dalle famiglie di Tratalias, fino alla costruzione della diga di Rio Palmas nel 1954 che ha creato infiltrazioni d’acqua e gravi danni strutturali alle abitazioni e agli edifici, costringendo gli abitanti ad abbandonare la piccola città e a ricostruirla aqualche centinaio di metri di distanza. Queste finestre e queste porte sono state riproposte come supporto per il sale raccolto in Sardegna. La superficie carbonizzata richiama il processo di cremazione e allude alle migliaia di minatori che hanno passato la maggior parte della loro vita sottoterra.

In alcune culture, il sale viene aggiunto ai resti cremati dei defunti prima della sepoltura. La credenza vuole che questo rituale serve a dissolvere le ceneri con facilità, permettendo ai cari di tornare tranquillamente alla terra.